Giovanni Allevi

1
571
Creberg Teatro Bergamo
Giovanni Allevi
14 Apr
Martedi'
2015

“LOVE” PIANO SOLO Tour 2015

A quattro anni dal Disco di Platino Alien e dopo l’esperienza sinfonica dell’album Sunrise, contenente il Concerto per Violino e Orchestra in Fa minore, Giovanni Allevi torna al pianoforte solo con un nuovo progetto e un titolo che è una vera e propria affermazione d’amore nei confronti dell’esistenza: “LOVE”, un viaggio nell’anima per tornare ad amare il mondo. Anticipato dai singoli My family e Loving You, il nono album di studio dell’artista, in uscita il prossimo 20 gennaio su etichetta Bizart/Sony Music, è l’ultima tappa di un percorso di crescita artistica e umana del compositore, pianista e direttore d’orchestra, che ha già ottenuto numerosi riconoscimenti nella sua ventennale carriera. Registrato al SAE Institute di Milano, polo universitario all’avanguardia per la produzione audio-video in Europa, l’album rappresenta uno stato dell’arte per la registrazione del pianoforte, grazie ad un bilanciamento di massimo equilibrio tra la componente dell’acustica della stanza, la preparazione del pianoforte e la studiata dislocazione dello stesso ai fini di una ripresa microfonica naturale. “Un suono morbido eppure potente, mai aspro e con una ricca estensione in bassa frequenza, per un’esperienza d’ascolto estremamente appagante” – afferma Ian Jones, ingegnere del suono agli Abbey Road Studios di Londra, dove è stato masterizzato il disco. LOVE contiene tredici tracce, tredici pagine di un diario musicale autentico, sincero e fortemente emotivo, che raccontano l’amore nelle sue molteplici forme. Ed ecco l’amore romantico in Loving you, quello quotidiano in Come with me, quello fisico in Lovers, l’amore struggente in Asian Eyes, quello sublime in Amor sacro, quello per le persone più care in My family e La stanza dei giochi, l’estasi d’amore di Yuzen, l’amoreper le cose semplici di Sweetie pie, e per quelle apparentemente più complicate in It doesn’t work, quello per sé – che è anche il più difficile – de L’Albatros (ispirato alla poesia di Baudelaire) e per i lati più complessi della propria personalità, The other side of me, fino ad arrivare al cosmico desiderio di libertà di Asteroid 111561 (dal nome dell’asteroide che la NASA ha recentemente dedicato al compositore). Ma “LOVE” è anche e soprattutto una dichiarazione d’amore per il suo pubblico che da oltre venti anni lo segue con costante affetto. Anche per questo, per la prima volta nella sua carriera, Allevi nella fase finale della lavorazione dell’album ha voluto con sé anche i suoi fan, invitandoli ad entrare in studio di registrazione e rendendoli partecipi così in prima persona della musica che stava nascendo.L’album avrà una doppia versione, in cd e in vinile, già disponibili su IBS, Amazon, Feltrinelli e Mondadori e su tutte le piattaforme digitali.Dopo l’uscita del disco, Giovanni Allevi tornerà ad esibirsi nuovamente dal vivo con il suo pianoforte e proporrà le nuove composizioni di “LOVE” in anteprima mondiale il prossimo 27 febbraio alla Cadogan Hall di LONDRA, ad apertura di un fitto tour europeo che approderà in Italia il 27 marzo a Roma, per poi proseguire nella penisola fino alla fine di aprile 2015.