Elio e Le Storie Tese in Concerto

Like
241
Creberg Teatro Bergamo
Elio e Le Storie Tese in Concerto
28 Mar
Giovedi'
2013

Il primo nucleo di Elio e le Storie Tese si formò al Liceo Einstein di Milano fra il 1975 e il 1980. Nella stessa classe erano iscritti Stefano Belisari (Elio), Luca Mangoni e Marco Conforti (fratello di Sergio e futuro manager del gruppo). La prima formazione esordì in un concerto del luglio 1980 alla festa del CAF San Siro, davanti a un pubblico di una decina di pensionati: Elio alla chitarra e alla voce, “Cortellino” al basso e “Zuffellato” alla batteria.
A Cortellino succedettero negli anni successivi prima “Chiosco” e poi “Scaffale”; la batteria passò a “Cosma” per poi essere sostituita dalla Drumulator del tastierista (e batterista elettrico) Sergio Conforti, in arte Rocco Tanica, unitosi a Elio nel 1982.
Nel 1984 fece il suo ingresso nel gruppo una delle migliori chitarre rock del panorama milanese, “Cesareo”. Elio poté abbandonare la chitarra e concentrarsi sui ruoli di cantante e front-man, di quando in quando esibendosi anche in passaggi col flauto traverso, nel quale si era diplomato al conservatorio. Nel 1984 fece le sua apparizione “Scaffale” fino al 1985 quando “Faso” divenne membro stabile del gruppo, ed entrò a far parte dello staff l’amico “Grussu”, prima in qualità di presentatore e affiancatore nei numeri da avanspettacolo che aprivano i primi concerti e poi nelle vesti di manager tuttofare nel periodo tra il 1986 ed il 1989.
Fra il 1985 e il 1986 Elio e le Storie Tese si esibirono in una serie di storici concerti in locali milanesi come il Magia Music Meeting e lo Zelig. Di questi spettacoli furono realizzate registrazioni pirata su cassetta che ebbero una straordinaria diffusione soprattutto presso gli adolescenti di Milano e del Nord Italia. Risalgono a quest’epoca un grande numero di brani che anni dopo, pubblicati per la prima volta in un vero album, sarebbero stati salutati dal pubblico come “vecchi classici”: Cara ti amo, John Holmes (una vita per il cinema), Silos, Urna, Cateto e altri. La frequentazione dello Zelig e dei suoi comici permette al gruppo di sperimentare la contaminazione tra musica e cabaret, tanto da indurli a partecipare al Festival del Cabaret di Loano nel 1986, evento trasmesso nella trasmissione Cabaret per una Notte e probabilmente la loro prima apparizione televisiva. Nel 1987 fu registrata un’altra memorabile esibizione, che circolò in bootleg col nome Live in Borgomanero. A questo periodo risalgono anche le prime canzoni pubblicate ufficialmente (Abbecedario, Silos e Pork e Cindy), contenute in compilation collegate a manifestazioni per la promozione di nuovi gruppi emergenti del milanese.